Tutti noi in quest’anno molto difficile, abbiamo cercato di trovare tante risposte alle nostre domande sul web, probabilmente perché abbiamo dei dubbi riguardanti questa pandemia che ha colpito tutto il mondo, vorremmo saperne di più, abbiamo paura e cerchiamo notizie che ci possano rassicurare. 

Le parole più cercate sul web nel 2020, infatti, sono state Coronavirus, contagi e nuovo dpcm. 

Un altro termine molto cercato è stato “Elezioni Usa”. In America il 3 novembre, ci sono state le elezioni del nuovo presidente che si sono concluse con la vittoria di Biden. Sebbene Trump non volesse ammettere la sconfitta e lasciare la Casa Bianca alla fine ha dovuto accettare di non essere stato rieletto e in gennaio dovrà lasciare il posto al nuovo presidente.

Molte persone hanno cercato gli ingredienti e le modalità per fare da sè “l’Amuchina” anziché comprarla, visto che era difficile da trovare nei negozi  e che i prezzi erano saliti alle stelle. 

Anche la voce “mascherina” è stata cliccata tante volte: si cercava di capire quale fosse la più sicura tra quella chirurgica, FFP1 che protegge all’80%, FFP2 quelle più usate dagli operatori sanitari, FFP3 la più efficace perché protegge dal virus al 98%.

Nel mese di marzo, in pieno lockdown molte persone si sono ritrovate improvvisamente chiuse in casa, senza niente da fare; si sono dunque appassionate alla cucina e sono diventate cuoche provette ricercando sul web tantissime ricette. Nei supermercati, ad un certo punto, il lievito era addirittura  introvabile, così come la farina e i preparati per pizze e torte. 

Altre parole molto cercate sono state Classroom e Meet perchè la maggior parte dei ragazzi in questi mesi di lockdown, sono rimasti a casa e si sono collegati via internet con i loro professori per fare didattica a distanza. Queste sono delle app che esistevano già da tempo, ma che solo in questo anno sono diventate famose, conosciute ed utilizzate non solo da noi studenti, ma anche da adulti per lo smart-working e anche da genitori più o meno esperti che hanno dovuto imparare ad usarle per fare i colloqui e tenersi in contatto con i professori.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account