Si sta per concludere un anno che ha messo alla prova chiunque, un anno che ha cambiato drasticamente e improvvisamente le abitudini delle persone: il lavoro degli adulti e lo studio dei ragazzi, le lunghe file davanti ai supermercati, le giustificazioni delle uscite, l’obbligo di indossare sempre la mascherina. Questa situazione ci ha portato a porci tante domande e per avere delle risposte ci rivolgiamo a dei motori di ricerca. Da queste ricerche capiamo quanto questa pandemia ci stia cambiando la vita, infatti la parola più cercata sul web è “Coronavirus. Ѐ stato chiesto inoltre, a Google, il significato di “pandemia’’, “mes’’, “DPCM’’, “congiunti” e anche se con meno frequenza “lockdown’’ e “smart working’’, tutti termini di cui prima si ignorava il significato, ma che sono entrati a far parte della vita quotidiana del nostro 2020.

Poi ci sono anche i servizi dedicati alla DAD e allo smart working, come Classroom e Meet,che hanno aiutato in questi mesi una grande quantità di lavoratori e studenti.

Oltre alle ricerche inerenti al COVID-19 troviamo anche le “elezioni USA’’, da poco è stato eletto il nuovo presidente d’America Joe Biden.

Il 2020 è stato anche l’anno degli addii, dati a Maradona e Kobe Bryant, per cui i loro nomi sono stati cercati molto in rete, facendoli entrare così nei trend di ricerca.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account