Questa settimana ci viene chiesto che cosa vorremmo domandare al web, che cosa scriveremmo nella barra in alto di Google: io cercherei “nuovo inizio”.

In un anno così travagliato, stravolgente e arduo per ognuno di noi, dove si è combattuto contro nemici invisibili e non, ma soprattutto contro noi stessi, è inevitabile pensare a come si presenterà il futuro: in questi mesi, confinati in casa, i pensieri hanno giocato con le nostre menti, hanno stravolto le nostre decisioni e hanno deriso i nostri stati d’animo.

La nostra quotidianità repentinamente si è vista turbata, sconvolta, e la nostra visione del mondo non spaziava oltre le pareti di casa; dunque l’anno 2021 deve costituire un nuovo inizio per tutti noi.

Probabilmente quella che definivamo “normalità” sarà diversa, e lo deve essere: ognuno di noi ha dovuto affrontare sentimenti forti come la paura, l’angoscia, la tristezza, che turbano grandemente l’animo umano.

Saremo diversi, è inevitabile, forse un po’ più deboli emotivamente, ma come si è sempre visto nel corso della storia, l’uomo si è sempre rialzato con un deciso sguardo verso il proprio orizzonte.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account