Che cos’è il popolo di Internet? Che cosa significa “guardare il mondo attraverso Internet e porsi delle domande”? Nell’era del digitale il web penetra nelle nostre vite e noi ci serviamo di lui, lo sfruttiamo e ne traiamo piacere, poiché appaga il nostro desiderio di onnipotenza, fornendoci una mole di informazioni e di notizie potenzialmente illimitata. Potrebbe essere questo un elemento che unifica e definisce il fantomatico “popolo di Internet”, la realizzazione del proprio desiderio di onnipotenza. Secondo il giornalista de Il Sole 24ORE Luca Tremolada, tale popolo, in realtà, non esisterebbe, poiché ogni individuo potrebbe essere libero di servirsi del web senza necessariamente dipenderne o sentirsene parte. Purtroppo la velocità con cui il web continua ad espandersi e ad evolversi in un sistema sempre più intricato e complesso non rende facile capire i meccanismi che stanno alla base del rapporto fra utente ed Internet. Se continueremo a guardare il mondo attraverso Internet credendo di essergli superiori e pensando di esserne completamente distaccati, non faremo altro che rimanere ancora più intrappolati nella sua ragnatela e non importa se cercheremo “Maradona”, “coronavirus” o “DPCM”, rischieremo comunque di esserne suggestionati e condizionati.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account