I dati stanno diventando sempre più importanti nella nostra vita, li troviamo in tutto ciò che facciamo, in questo periodo in particolare ci troviamo giornalmente a leggere il bollettino dei contagi e di tutti i dati ad esso collegati, come i nuovi decessi o i tamponi effettuati. Nonostante ciò, la maggior parte di noi non sa che a decidere la differenziazione di colore (giallo, arancione, rosso) delle regioni sono ancora una volta dei dati, un’algoritmo composto di 21 parametri, divisi in 3 ambiti; capacità di raccolta dati delle singole regioni; capacità di testare i casi sospetti e la capacità ricettiva dei servizi naturali. Questi parametri rivestono un’importanza essenziale, e quindi tutti noi dovremmo conoscerli, e fare il possibile per evitare che la curva dei contagi aumenti. Gli ultimi giorni sono stati caratterizzati da polemiche, infatti ci sono persone che ritengono sbagliato l’utilizzo di un algoritmo per decretare l’andamento di vita di un intera nazione, altri invece ne ritengono giusto l’utilizzo ma credono siano sbagliati i criteri. Io sono dell’idea che sia giusto l’utilizzo dei dati, soprattutto in questo momento caratterizzato dall’impredibilità, nulla è certo, come conseguenza di ciò ogni scelta fatta può esser contestata, immettendo la scienza nella politica forse si può esser più oggettivi, infatti essendo i parametri uguali per tutti, non si possono mettere in discussione le decisioni da questi prese. Ritengo quindi sterili le polemiche riguardanti l’utilizzo dei dati, posso invece comprendere il dissenso nei confronti dei 21 parametri scelti, ma bisogna pursempre pensare che questo è un periodo delicato, mai vissuto prima, dove ogni piccola scelta può cambiare il destino di una società, credo perciò che avendo più indicatori si possa avere un’immagine più larga e completa, e quindi più “oggettiva” della situazione. Quindi non troverei giusta la scelta di cambiare i 21 parametri in soli 5 indicatori.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account