Nel 2012 l’Unione Europea ha introdotto il MES (Meccanismo Europeo di Stabilità), noto anche come “fondo salva stati”, ossia un fondo monetario con l’obiettivo di dare sostegno ai Paesi membri in caso di crisi. In questo periodo, esso è stato un argomento molto discusso poiché il Consiglio europeo ha concordato che se uno Stato avrà bisogno di aiuto per sostenere le spese sanitarie relative al COVID-19 potrà accedere a questo fondo senza condizioni, contrariamente a quanto sarebbe accaduto in una condizione di normalità. Nonostante ciò sembri assai conveniente per tutti i Paesi, nessuno di essi lo ha ancora richiesto, poiché c’è il grande timore che l’utilizzo di questo fondo possa far perdere credibilità finanziaria allo Stato. Per questo motivo anche l’Italia non ha attivato il MES, cercando invece di puntare tutto sul Recovery fund, che garantisce allo Stato delle risorse da investire su diversi fronti, come la ricerca e l’istruzione, senza andare a diminuire la credibilità dello Stato.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account