Anche se si avvicina l’allentamento delle misure di quarantena imposte dal coronavirus, la pandemia ci costringerà ancora a lungo a rimanere in casa il più possibile. Come faranno le tante famiglie che non possiedono un giardino e hanno dei bambini piccoli o comunque ragazzi? Per loro è molto complicato tenere sotto controllo una situazione di limitato movimento: possono intrattenere i bambini fino a un certo punto, ad esempio cucinano, giocano, occupano il loro tempo per non farli annoiare e farli sentire il più possibile a loro agio, ma prima o poi bambini e ragazzi si stufano lo stesso a stare in uno spazio chiuso.
Non ci sono abituati: in tutta questa situazione la loro routine è stata distrutta ed è stato un cambiamento drastico e difficile. La scuola sta facendo la sua parte: continua a insegnare, ma soprattutto occupa almeno la mattinata e questo è positivo perché i ragazzi almeno per qualche ora hanno qualcosa da fare e quindi non devono essere tenuti impegnati dai familiari. A loro volta infatti, anche i genitori e gli adulti in generale, si sono trovati a lavorare a casa attraverso computer o comunque andando al lavoro con la paura e il rischio di poter essere contagiati e spesso non hanno la serenità necessaria per seguire i più giovani. E come affronteremo l’estate? Con il caldo la voglia di uscire aumenterà, ma sappiamo tutti che anche quest’estate la passeremo in quarantena. Già ora si prospetta il rischio che i contagi, dal 4 maggio, aumenteranno dato che molti potranno rincominciare  a lavorare e si potrà andare a trovare i parenti quindi ci sarà molto  più movimento rispetto ai due mesi che abbiamo fatto in assoluta quarantena (tutti a casa, nessuno poteva muoversi).
Di fronte ad un eventuale nuovo inasprimento delle misure di isolamento, non voglio neanche immaginare come faranno i ragazzi che non possiedono un giardino!
Basterà ripetersi che, come cittadini uniti, dobbiamo cercare di resistere perché anche questo brutto incubo avrà una fine?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account