La saggezza popolare dice “non tutti i mali vengono per nuocere” e forse la possiamo applicare anche a questa situazione che sotto molti punti di vista non ha portato nulla di buono.

Eppure è proprio in casi di necessità come questi che l’ingegno umano si applica di più e porta a miglioramenti duraturi e molto benefici per la società tutta. Ad esempio l’invenzione del computer, che probabilmente senza Alan Turing e la seconda guerra mondiale non sarebbe mai avvenuta, o quanto meno non l’avremmo sicuramente oggi.

In questi giorni infatti, grazie a questa catastrofe mondiale, stiamo scoprendo nuovi modi di vivere, nuovi modi per lavorare, per conoscere persone, cose ed anche per divertirci. Tutti modi prima possibili, ma poco, se non affatto, usati, perché eravamo troppo attaccati alle nostre tradizioni e restii a provare nuovi percorsi.

In questo periodo però in cui la tradizione non può essere applicata stiamo scoprendo novità che prima ci sembravano impensabili, ma che potrebbero giovare perennemente a tutti.

Quante volte abbiamo sognato tutti noi di partecipare ad un concerto, uno spettacolo i cui biglietti erano esauriti? O in una pessima posizione o troppo costosi?

Ebbene, vedendo uno spettacolo a distanza simili problemi non esisterebbero più, e ne abbiamo la prova tangibile proprio in questo periodo. Abbiamo la possibilità di sedere comodamente sul nostro divano e scegliere tutto ciò che vogliamo vedere, un concerto, uno spettacolo, visitare un museo, senza viaggiare senza inquinare e senza spendere un patrimonio in denaro.

Infatti il fattore economico non è qualcosa che dobbiamo trascurare. Quante persone vorrebbero visitare gli Uffizi, ed il denaro per il biglietto lo avrebbero pure, ma non lo hanno magari per il trasporto o per l’hotel dove dovrebbero alloggiare, o non hanno nemmeno il tempo di organizzare tutto questo. Adesso stiamo verificando che tutto ciò non sarebbe necessario, che gli Uffizi, portandoli come esempio, potrebbero essere visitati anche dai siciliani, senza che questi abbandonino la loro isola.

Quali immensi vantaggi potrebbe portare una simile comodità? Anzitutto i musei, gli spettacoli, potrebbero avere gli introiti non solo da chi si presenterebbe personalmente, ma anche da chi guarda e gode della cultura da casa, in un modo più consono alle sue tasche o al suo piacere di fare le cose. Inoltre avremmo una maggiore fruibilità di cultura per tutti. Vedere certi spettacoli, certe opere, che prima erano disponibili solo a chi disponeva di una gran somma di denaro e tempo adesso possono aprire la mente e stupire anche chi non viene da una famiglia agiata, permetterebbe a tutti di coltivare le proprie passioni senza limiti e di crescere come persone. Infatti con una maggiore cultura della popolazione, data da una maggiore disponibilità di mezzi per usufruirne, ci sarebbero più consapevolezza in tutta la popolazione, che non sarebbe più così dipendente da una sola fonte ufficiale, ma potrebbe costruirsi la propria opinione vedendo con i suoi occhi e studiando da solo ciò che è di suo interesse.

Ovviamente con tutto questo non si vuole togliere nulla al metodo tradizionale di conoscere e di visitare luoghi e vedere spettacoli, che rimane forse il più affascinante, ma va riconosciuto alla tecnologia il merito di aver dato questa possibilità, di viaggiare e di godere della cultura, anche se in un modo un po’ diverso, anche a chi prima era proprio escluso da tutto questo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account