Sappiamo tutti dell’esistenza delle notizie fake, per lo più in questa era digitale. Quel metodo per accrescere un prodotto, nella politica nati per la disinformazione che c’è dietro un determinato argomento e l’ignoranza. Molta gente ci casca in queste trovate, da parte di siti e persone poco attendibili, o perchè non si ha voglia di approfondire oppure per convincersi di una cosa che obbiettivamente è sbagliata. Nel momento in cui il contagio del COVID-19 ha iniziato a dilagare, molti giornali e telegiornali ne hanno parlato per, ovviamente, mettere

al corrente

tutte le persone delle varie problematiche che si possono riscontrare con annesse prevenzioni per evitare la diffusione. Purtroppo parlando continuamente di esso, si è creata un’enorme confusione e ansia a causa di continui inutili allarmismi misti a notizia fake. Grandi aziende come Facebook e WhatsApp stanno cercando di limitare queste idiozie eliminando dal web tutto ciò che non è vero sulla questione. Esempi di essi sono i vari metodi per evitare il contagio risultati inefficaci, oppure quelle che riguardano le mascherine. Grosse economie, come Amazon, si sono occupate di bloccare i commerci di prodotti che potevano risultare utili per il COVID-19. Inoltre il ministero della Salute ha creato una pagina dedicata all’emergenza coronavirus, chiamata Sars-Cov-2, dove tramite delle domande si possono avere chiarimenti sull’argomento, ovviamente attendibili. Bisogna fare più attenzione quando leggiamo una notizia, possibilmente verificando se essa possa essere vera per evitare un panico inutile.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account