Il SARS-CoV-2, chiamato anche nuovo coronavirus del 2019 e conosciuto anche come coronavirus di Wuhan, è un virus facente parte del genere Betacoronavirus scoperto intorno alla fine del 2019. Si tratta dell’ottavo coronavirus riconosciuto in grado di infettare esseri umani. Il virus è comparso a fine dicembre del 2019, quest’ultimo appare a Wuhan, metropoli da undici milioni di abitanti, capoluogo della provincia di Hubei, dando il via a quella che nel giro di poche settimane è diventata un’epidemia in grado di varcare i confini nazionali l’undici gennaio è stata confermata la prima vittima nel Paese e il tredici gennaio il primo decesso fuori dai confini, in Thailandia. Successivamente si sono registrati casi un po’ in tutto il mondo, per esempio, in Usa, Francia e Italia. Il trenta gennaio l’Oms ha dichiarato l’emergenza globale. Da quel momento il virus non si è più fermato, oggi si contano in tutto il mondo oltre 4.200 morti e 119mila contagiati, di cui 10.149 contagiati e 631 morti soltanto in Italia. Molte città sono state messe in quarantena, e sono state emanate delle misure restrittive per tutta l’Italia. È evidente come il coronavirus stia danneggiando l’economia globale, i consumi sono calati e la produzione è drasticamente diminuita per mancanza di materie prime in quanto la maggior parte era esportata dalla Cina e la maggior parte dei negozi sono stati costretti a chiudere in modo da limitare il contagio. Non si sa quando il virus finirà o quando i contagi e le morti inizieranno a calare, si sono fatte molte ipotesi ma nessuna di queste è ritenuta attendibile. Quando tutto questo finirà, penso che sarà impossibile un ritorno immediato alle “origini” ma con il contributo di tutti si riuscirà in breve tempo a colmare tutte le mancanze che il coronavirus ha portato. È un momento storico delicato, ed è il momento di lasciar perdere le offese e i pregiudizi e provare a costruire una forza comune in modo da combattere insieme questo virus ed uscirne vittoriosi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account