Negli ultimi anni lo sviluppo delle nuove tecnologie sta cambiando radicalmente il mondo artistico, dello spettacolo, della musica, del cinema e persino dei videogiochi. Tutto quello che prima si acquistava in un formato che poteva essere un cd, un libro, una videocassetta, ecc.; ora si trova sul web particolarmente con lo streaming. Lo streaming consiste nella trasmissione di contenuti multimediali attraverso delle piattaforme che con un semplice abbonamento (anche se purtroppo dilagano sempre di più i siti pirata) ci danno la possibilità di vedere un film, un concerto, ascoltare musica e di giocare online. Naturalmente tutto questo produce un effetto sul lato economico o meglio ancora sui possibili guadagni degli artisti; da un lato questo sistema riesce a raggiungere più velocemente un vasto pubblico, dall’altro però secondo me può creare una parte di pubblico disinteressato non dando così continuità al lavoro artistico. E secondo me anche il guadagno che l’artista riceve proviene da attività secondarie, mentre prima per lo più, il guadagno era la vendita del cd o il biglietto del concerto, ora proviene più dalla pubblicità.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account