Spotify è senza dubbio il più celebre servizio streaming in ambito musicale, un ambito che in Italia è arrivato a ricoprire il 63% del mercato discografico. Creato nel 2008 da Daniel Ek e Martin Lorentzon, vanta 232 milioni di utenti attivi, di cui 108 pagano un abbonamento. Il servizio offre più di 30 milioni di canzoni, una scelta molto ampia che però esclude gli artisti che non hanno voluto rendere disponibili i propri dischi in streaming e le realtà più underground e indipendenti. Oltre alla versione gratuita, che presenta però delle restrizioni, ci sono tre tipi di abbonamento: quello tradizionale da 9,99 euro al mese, quello family da 14,99 euro al mese e quello per gli studenti universitari da 4,99 euro al mese.

Spotify versa circa il 70% dei suoi guadagni in diritti pagati alle case discografiche, che equivale a una media, per ogni artista dai 5 ai 7 centesimi per ascolto (una volta superato il milione di ascolti i pagamenti salgono) , che vanno poi divisi tra etichetta discografica ed autori del brano. Il problema maggiore di questa modalità di pagamento è che in percentuale premia di più gli artisti maggiormente conosciuti, che vendono quindi di più, rispetto agli artisti meno conosciuti. Lo stesso Spotify non incoraggia l’ascolto di artisti meno conosciuti nelle sue playlist più importanti, che sembrerebbero invece essere controllate dalle maggiori etichette discografiche. In tutto questo il miglior modo di guadagnare per un artista sembra essere i live, in cui i guadagni non sono affatto in calo. È vero che fino a pochi anni fa il mercato discografico sembrava essere sul punto di crollare a causa della pirateria e che quindi lo streaming l’ha in un certo senso salvato, ma purtroppo per un artista è sempre più difficile vivere di sola musica.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account