Praticamente tutti i giorni sentiamo parlare del riscaldamento globale e delle sue ripercussioni dal punto di vista climatico. Ma di meno sentiamo parlare del rapporto climatico rapportato alle disuguaglianze sociali dove il clima ha un ruolo fondamentale sull’economia globale. Secondo degli studi della Standford University il divario tra la produzione economica dei Paesi più ricchi e di quelli più poveri è oggi superiore al 25% rispetto a quanto sarebbe stato senza l’aumento delle temperature. Alcuni scienziati hanno messo a confronto i dati relativi al Pil con le temperature stilate nei determinati paesi. Tutto ciò è stato confermato da questo confronto. Le ripercussioni più evidenti sono avvenute nella salute della popolazione e nell’agricoltura. È evidente che ci sono nazioni che si stanno impoverendo e altre dove, per mezzo del surriscaldamento globale, guadagnano. Noi tutti, ovviamente, speriamo che per il futuro questi paesi che vivono nella completa miseria possano arricchirsi per evitare il fenomeno della povertà, cosa non molto bella.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account