Oggi ciò che preoccupa maggiormente l’umanità è lo stato del nostro pianeta, un pianeta che sta risentendo del maltrattamento passato e presente dell’uomo. L’uomo è sempre stato egoista nei confronti della terra, ha sempre pensato al suo bene istantaneo, non ha mai pensato o per meglio dire ha continuato a nascondere e ignorare le conseguenze che un giorno dovrà subire. Del resto noi siamo fatti cosi, cerchiamo di allontanare il problema fino a quando siamo a un passo dal punto di non ritorno. Oggi molte aziende, stati, scienziati di tutto il mondo stanno studiando e adottando misure per ridurre l’inquinamento. Alcuni studi dimostrano che la maggior parte delle emissioni urbane di CO2 sono prodotte dai riscaldamenti. Cosa fare quindi per diminuire le emissioni? Be esisto già da parecchi anni delle centrali di teleriscaldamento, esse hanno un impatto ambientale minimo e potrebbero essere un’ottima alternativa alle caldaie a gas. Esistono altri impianti di riscaldamento come le pompe di calore che prelevano calore all’esterno e tramite un processo di pressione sono capaci di generale calore in modo sostenibile per l’ambiente. Ma non ci fermiamo qui, oggi la tecnologia ha fatto passi da giganti, finalmente siamo capaci di circolare con le nostre auto ad zero emissioni grazie all’elettrico. Capiamo bene da questa piccola riflessione, che l’uomo si sta dando da fare per rimediare ai danni e agli errori commessi in passato, un po in ritardo ma come si suol dire meglio tardi che mai. Consiglio anche di cercare di diminuire gli sprechi di energia perché anch’essi nel loro piccolo influenzano molto sui consumi e di conseguenza la produzione.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account