Il 2019 è stato un anno pieno di eventi positivi, ma soprattutto negativi. Ci sono stati diversi progressi, come la prima foto di un buco nero, M87. Anche la tecnologia e la scienza si è sviluppata nello scorso anno. Nel 2019 si è parlato molto del problema del riscaldamento globale. Infatti ci sono state diverse riunioni e manifestazioni per salvaguardare il nostro pianeta, che sta rischiando molto a causa dell’inquinamento.

Però ci sono stati anche diversi attentati terroristici, che hanno causato moltissime morti. Un esempio sono gli attentati di Christchurch del 15 marzo, che hanno causato la morte di 50 persone di altrettanti feriti. Il colpevole è un uomo australiano di 28 anni, che ha trasmesso il video in diretta Facebook, dichiarando di voler uccidere gli stranieri. Un altro esempio sono gli attentati del 21 aprile 2019 nello Sri Lanka, che hanno colpito 3 chiese, 4 alberghi di lusso e un complesso residenziale. Invece il 4 agosto è avvenuto l’attentato del Cairo contro l’Istituto Nazionale del cancro, che ha causato 20 morti e 47 feriti. Nello scorso anno sono scoppiate anche diverse proteste in Bolivia , Cile, Iran, Mosca, Libano ed Hong Kong.

Nel 2019 ci sono stati anche numerose catastrofi naturali come terremoti, tornado e cicloni. Per non parlare degli incendi boschivi avvenuti in Siberia e in Amazzonia, considerato il polmone verde della Terra.

Insomma il bilancio del 2019 non è uno dei migliori, per questo molti sperano che nel 2020 ci sia un vero miglioramento. In realtà il 2020 non è cominciato benissimo, a causa degli scontri tra gli USA e l’Iran. Però, nonostante questo, per ora si prospetta un anno pieno di novità e di speranza.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account