Il 2019 è stato un anno caratterizzato da innumerevoli avvenimenti, tra i quali si colloca, sicuramente, l’incendio che si è manifestato alla Cattedrale di Notre-Dame, a Parigi, una delle costruzioni gotiche più famose e anche il monumento storico maggiormente visitato d’Europa. I primi ad accorgersi delle fiamme furono alcuni passanti. L’incendio è avvenuto alle ore 18:50 di lunedì 15 aprile e ha recato danni alla parte alta della cattedrale, successivamente le fiamme sono divampate fino al tetto; è crollata anche la simbolica guglia.

Tra gli eventi che hanno caratterizzato l’anno che si è appena concluso sono presenti anche i cambiamenti climatici che hanno esortato giovani attivisti a lottare per preservare il nostro pianeta, tra i quali sicuramente Greta Thunberg. Ad agosto ha deciso di attraversare l’oceano Atlantico a bordo di una barca a vela, per diffondere il suo pensiero.
Inoltre si sono manifestati numerosi incendi in Amazzonia, 74 155 secondo l’istituto nazionale di ricerche spaziali, i secondi più alti dal 2000 dopo quelli del 2005. E hanno causato deforestazioni.

Un avvenimento rilevante nel 2019 è stato inoltre l’anniversario dei 30 anni passati dalla caduta del muro di Berlino, questo muro venne costruito nel 1961 per impedire la libera circolazione di persone o merci dal territorio di Berlino est a quello dell’ovest e molte famiglie furono costrette a separarsi. La caduta del muro, 9 novembre 1989, ha portato quindi alla riconciliazione di innumerevoli famiglie.

Ci sono stati progressi per quanto riguarda l’attività spaziale, infatti Christina Koch e Jessica Meir (componenti dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale) sono state le prime donne protagoniste di un’attività extraveicolare, definita ‘’passeggiata spaziale’’, si era verificato un guasto alla batteria e furono costrette a uscire dalla capsula spaziale prima del previsto.

Non si può prevedere quali saranno gli eventi che caratterizzeranno il 2020 perché ogni anno è unico e irripetibile, ma sicuramente ci saranno nuove scoperte tecnologiche perché la società continuerà ad evolversi, magari ci sarà più sensibilità per quanto riguarda la situazione ambientale che potrebbe peggiorare ma anche migliorare, per esempio in Australia dove i koala e i canguri, ma anche molte altre specie, stanno scomparendo. Anche le tensioni tra Pechino e la Casa Bianca continueranno. Sarebbe opportuno, dato che si è parlato e si parla tanto di ‘’cervelli in fuga’’, trovare il modo per farli rimanere nel proprio paese d’origine, valorizzando le capacità di ognuno in modo che riescano a realizzarsi anche in Italia. Sicuramente anche il 2020 sarà un anno ricco di novità.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account