La locuzione evasione fiscale, nell’ambito della scienza delle finanze, indica tutti quei metodi volti a ridurre o eliminare il prelievo fiscale da parte dello Stato sul cittadino contribuente attraverso la violazione di specifiche norme fiscali da parte di quest’ultimo.
Costituisce di fatto un fenomeno deleterio all’interno della politica fiscale attuata dal governo e che contribuisce a far perdere allo Stato una parte non trascurabile delle entrate a esso dovute (gettito fiscale).
Ci sono vari tipi di questo fenomeno:

– effettuare operazioni di vendita/somministrazione o prestazione di servizi al cittadino/consumatore senza emissione di regolare fattura, ricevuta fiscale o scontrino.

-effettuare operazioni di vendita/somministrazione o prestazione di servizi al cittadino/consumatore con emissione di documento fiscale ma per un importo parziale rispetto a quello effettivamente sostenuto;

-redigere false dichiarazioni dei redditi con conseguente mancata o infedele dichiarazione fiscale e successivo mancato versamento dell’imposta realmente dovuta;

-svolgere un’attività economica all’infuori di qualsiasi regolarizzazione: ad esempio, il “doppio lavoro in nero” da parte dei lavoratori dipendenti (pubblici o privati);

-pur nell’ambito di un rapporto di lavoro regolare, ricevere parte dello stipendio in forma non documentata, attraverso denaro in contante;

-colludere con il cliente azienda o lavoratore autonomo per ridurre o evitare totalmente l’esposizione in fattura del dovuto oppure alterare la natura delle voci;

-girare documenti fiscali, pur emessi ma non nominativi (scontrini o ricevute), a soggetti che non sarebbero i reali destinatari in modo che questi ultimi possano contabilizzare costi (in modo da ridurre fraudolentemente l’imponibile);

-non pagare imposte o tributi per il godimento di servizi o non eseguire adempimenti obbligatori;

Fare questo è molto sbagliato in quanto è impossibile andare avanti se si continua così.
Non pagando le tasse e facendo tutto questo non solo si tolgono soldi allo stato ma anche alle scuole, agli ospedali e a noi stessi, perché se si pagassero le tasse, o meglio, se tutti pagassero le tasse l’Italia sarebbe un posto completamente diverso in quanto siamo terzi in tutto il mondo per l’evasione fiscale.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account