Per evasione fiscale s’intende tutti quei metodi volti a ridurre o eliminare il prelievo fiscale da parte dello Stato sul cittadino contribuente attraverso la violazione di specifiche norme fiscali da parte di quest’ultimo. Costituisce di fatto un fenomeno deleterio all’interno della politica fiscale attuata dal governo e che contribuisce a far perdere allo Stato una parte non trascurabile delle entrate a esso dovute. L’evasione fiscale è punita con sanzioni pecuniarie e oltre una certa soglia di sottrazione di imponibile anche penalmente. La frode fiscale è invece punita molto più severamente della semplice evasione e sempre anche con sanzioni penali dato il suo livello di estrema pericolosità tale da poter compromettere gravemente l’efficienza dell’attività di accertamento tributario. Le condotte di evasione fiscale che vengono considerate penalmente rilevanti sono: la dichiarazione fraudolenta ,ovvero la falsificazione delle dichiarazioni dei redditi ottenuti con l’inserimento di elementi passivi fittizi o alternando in altro modo le fatture contabili, la sanzione penale per dichiarazione fraudolenta è la reclusione da 1 a 6 anni; la dichiarazione infedele, quando manca l’intento di arrecare una frode, ma, in ogni caso, si tratta di una condotta consapevole e volontaria, la sanzione prevista è la reclusione da 1 a 3 anni; la dichiarazione omessa quando il contribuente non presenta la dichiarazione dei redditi e Iva entro la scadenza del termine previsto, la sanzione prevista è la reclusione da 1 a 3 anni; l’omesso versamento Iva e ritenute certificate, la sanzione prevista è la reclusione da 6 mesi a 6 anni; l’emissione di fatture false, quando il contribuente occulta o distrugge documenti la cui tenuta è obbligatoria al fine di nascondere il reale volume d’affari o l’ammontare dei redditi, la sanzione prevede la reclusione da 6 mesi a 5 anni; infine l’occultamento e la distruzione di documenti contabili. A praticare reati per evasione fiscale, in genere, sono sempre i più forti andando a danneggiare enormemente i più deboli, tali reati vanno a descrivere un comportamento estremamente egoista che va ledere sia lo stato, sia tutti i cittadini, e, in casi estremi, può provocare la morte. Compiere la frode fiscale contribuisce a danneggiare le condizioni dei servizi pubblici rendendoli meno efficienti, oltre che favorire le organizzazioni mafiose. Il modo per risolvere il problema sarebbe quello di abolire i contanti e rendere tutti i pagamenti quindi tracciabili, inoltre si dovrebbero applicare controlli più severi, ma è molto poco probabile che il governo faccia ciò in quanto il partito in carica sicuramente andrebbe a perdere molti elettori.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account