Se pensiamo all’Africa, ci viene subito in mente un Paese arretrato, con persone che hanno gravi risorse economiche. In quest’ultimo periodo, però, è stata formulata un’ipotesi che, se vera, cambierà completamente l’economia del Paese. Alcuni, infatti, ipotizzano che, nel 2100, l’Africa non sarà più il Paese povero che conosciamo oggi, ma un paese molto sviluppato, con condizioni di vita migliori e un PIL (Prodotto Interno Lordo) molto più elevato di quello di adesso.          

Per aiutare l’Africa, bisognerebbe, in primo luogo, adottare politiche migliori, affrontare la corruzione, migliorare le infrastrutture e dare priorità alla creazione di posti di lavoro. I leader africani hanno l’opportunità di garantire, ai 450 milioni di nuovi lavoratori, la possibilità di entrare nell’economia entro il 2035.

Bisogna aiutare questi popoli partendo dagli insegnamenti basi della scuola, in quanto quei 450 milioni di futuri lavoratori, oggi non hanno ancora un’istruzione adeguata alle loro capacità intellettuali.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account