Ricerche condotte da Global Cities Institute, hanno evidenziato l’evoluzione demografica nelle città più grandi del mondo. Si stima che nel 2100 l’Africa sarà una delle megalopoli più importanti, determinate anche dal fatto che la popolazione africana che vive nelle zone rurali, si è trasferita nelle zone urbane del continente. Grandi potenze come la Cina hanno pensato bene di investire in queste realtà in sviluppo. Ovviando politiche adeguate e investimenti sui settori edilizi, nei servizi si sta incrementando una rapida urbanizzazione che favorirà una crescita sotto tutto i punti di vista. Basta pensare all’Africa associandola all’arretratezza culturale e sociale, poiché è un paese ricco di indubbi benefici che gli investitori stranieri stanno sfruttando. Tutto ciò ha bisogno di essere regolamentato con leggi. Le disuguaglianze le discriminazioni che tormentano questo paese innescano sfiducia perchè non si pensa al fatto che rappresenta uno dei più grandi giacimenti di risorse naturali come il petrolio. L’ Africa non più vista come continente portatore di epidemie e degrado ma con una prospettiva positiva per il futuro. Soggetto economico interessante per l’incremento di redditi, è un paese ricco di materie prime, energia, forza e lavoro. I più visionari hanno già creato delle Start-Up che stanno portando prestigio e stimoli a questo paese sempre emarginato e poco valorizzato. Bisogna guardare con un occhio diverso questo continente, pianificando uno sviluppo essenziale che, inevitabilmente, andrà ad influenzare anche il nostro continente.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account