Talvolta gli uomini non utilizzano il loro passato per migliorare le proprie azioni, anzi, ottengono l’esatto contrario. Tanti pregiudizi di cui l’uomo avrebbe dovuto sbarazzarsi ormai da tempo li ritroviamo costantemente nella nostra società. E tra questi la violenza di genere, un fenomeno sentito e risentito, ma che in realtà ha iniziato ad essere realmente ascoltato da pochi anni. Nonostante sia dal 2000 in costante calo, è qualcosa di particolarmente diffuso e vicino alla nostra società.

La cosa più grave e strana di questo fenomeno è che due volte su tre avviene tra le mura domestiche. La propria casa è il luogo in cui tutti dovremmo sentirci sicuri, e invece è un luogo da dimenticare per tante donne, che continuano a subire abusi fisici o psicologici dai loro compagni o ex-compagni. Il loro silenzio, a volte costretto, a volte voluto, causa anche problematiche nella riuscita di un possibile aiuto. A partire dal 2009, sono tante le leggi che hanno aiutato la prevenzione di questo fenomeno, ma ancor più grande è l’aiuto che le donne hanno dato a loro stesse, iniziando a combattere per i propri diritti e per la loro libertà.

La violenza di genere è frutto di tanta ignoranza che purtroppo si è ancorata nella mente dell’uomo e non vuole andarsene. Già dall’antichità l’uomo era considerato superiore alla donna per vari motivi, sopratutto fisici, e addirittura in molti paesi la sua situazione non è cambiata.  La verità è che dovremmo solo imparare a convivere. A mio parere questo fenomeno non può essere curato dall’arrivo di nuove leggi, perché queste possono rendere giustizia, ma non sempre aiutano davvero chi ne ha bisogno. L’ideale sarebbe far capire a tutti che nessuno è più forte o più importante per natura, anzi sono proprio le nostre azioni che designano ciò che siamo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account