Hong Kong è una regione amministrativa speciale della Cina, abitata da più di 7 milioni di persone. L’indipendenza di Hong Kong consiste nell’avere una moneta, una cultura, un sistema giudiziario e un sistema politico proprio. Però l’autonomia di Hong Kong scadrà nel 2047.

Secondo molti, Pechino sta iniziando a violare i diritti di Hong Kong. Le proteste sono iniziate il 9 giugno, a causa di un emendamento alla legge sulle estradizioni (la consegna, da parte di uno stato a un altro stato, di un individuo che si trovi nel suo territorio e contro il quale è stata pronunciata una condanna). In questo momento, però Hong Kong non ha accordi di estradizione con la Cina. Secondo questo emendamento Hong Kong dovrebbe consegnare alcuni criminali alla Cina. Molti Hongkonghesi hanno considerato questo fatto come una violazione dei propri diritti.

Per questo motivo gli abitanti di Hong Kong iniziarono a protestare. Loro chiedono: il ritiro dell’emendamento alla legge sulle estradizioni; un’inchiesta sulla violenza espressa dalla polizia durante le proteste; il suffragio universale; l’abolizione del termine “rivoltosi” come appellativo per i manifestanti; e il rilascio dei manifestanti arrestati.

Queste proteste stanno causando morti e tantissimi feriti, ma anche danni all’economia di Hong Kong. Secondo alcuni dati, dopo 5 mesi di proteste ci sono stati: circa 4500 manifestanti arrestati o fermati, per il 40% sotto i 18 anni di età, 2500 feriti di cui 5 gravi, uno studente e un anziano cittadino uccisi dai proiettili sparati dalla polizia, un agente colpito da una freccia. Per questo è necessario risolvere questo problema il più presto possibile.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account