Purtroppo il razzismo è da sempre esistito e, ancora oggi, continua ad esistere. Un fenomeno di razzismo si è verificato, qualche giorno fa, durante una partita di calcio: Mario Balotelli è stato nuovamente insultato da alcuni “tifosi razzisti”.

Per razzismo si intende qualsiasi discriminazione fondata su una presunta superiorità di una “razza” rispetto ad un’altra.

Il concetto di “razza” è del tutto falso in relazione alla specie umana. Infatti, il patrimonio genetico di ogni individuo è completamente identico, indipendentemente da tratti secondari, quali il colore della pelle, il taglio degli occhi, la forma del naso…come afferma, tra l’altro, il genetista statunitense Richard Lewontin.

Esiste solo una razza: la razza umana.

Molte persone sono contrarie all’arrivo degli “stranieri” perché pensano che, i nuovi arrivati, siano un problema per l’economia e per la società, hanno “paura” di loro perché pensano possano farci del male o che abbiano cattive intenzioni.

Io penso semplicemente che sono uomini, donne e bambini, che lasciano la propria terra d’origine non per venire a rovinarci, ma per migliorare le loro condizioni di vita, se vita si può chiamare.

Infatti non fanno una vera e propria vita: vivono in Paesi dove c’è la guerra, dove si patisce la fame, dove vieni ucciso per le strade, dove i bambini non vanno a scuola perché non ne hanno la possibilità…Stanno solo cercando una vita migliore.

Perché discriminare le persone di “colore”? Siamo tutti esseri umani, dall’aspetto esterno diverso perché ognuno di noi è unico. Non esiste infatti un individuo identico ad un altro. Se fosse così allora saremmo tutti uguali. Ognuno è speciale proprio per la sua unicità.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account