Continuano i cori razzisti contro il calciatore del Brescia Mario Balotelli. L’ultimo episodio è avvenuto all’interno dello stadio del Verona durante la partita Verona-Brescia quando da una curva sono arrivati versi di scimmia e insulti razzisti vari diretti al capitano ultrà del brescia.
Ma questo è un episodio come tanti che riguardano il razzismo. Infatti in Italia rientra nella quotidianità purtroppo che alcuni individui vengano presi in giro e discriminati solo per il diverso colore della pelle. Molto probabilmente questo fenomeno nasce dal concetto che l’uomo ha di “diverso”. Infatti quasi sempre non si ha fiducia o si ha almeno un po’ di timore nel fare qualcosa di diverso. Vale lo stesso per le persone: l’esempio più comune e attuale sono i bianchi che discriminano neri, come è avvenuto appunto nel caso di Balotelli.
Parlando dell’Italia a mio parere un cittadino italiano che afferma “Balotelli non sarà mai italiano anche avendo la cottadinanza” non è un vero italiano, perché un cittadino italiano per essere definito tale deve condividere i prinicpi della Costituzione e portare rispetto al proprio Paese comportandosi correttamente ogni giorno e rispettando le leggi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account