Internet ha appena compiuto 50 anni: cosa è cambiato nel corso di questi anni su questo programma? Mettendo a confronto ora le due diverse versioni, sicuramente vediamo come la prima sia più stata utilizzata per sperimentare, ricercare, mentre la seconda già dal primo impatto si nota come sia monopolizzata da altre piattaforme: Youtube in primis.

Oltre a questo vediamo come internet sia diventato piano piano il centro delle nostre attenzioni, dove ci esprimiamo, dove rimaniamo aggiornati sugli accaduti e dove ad esempio seguiamo la moda del momento. Tutti i nostri dati vengono così immagazzinati da internet e sfruttati dalle multinazionali, da piattaforme come quella creta da Zuckenberg, ovvero Facebook. Quante volte vi è capitato di fare zapping ad esempio su Amazon, e ritrovarvi poi lo stesso prodotto a cui eravate interessati su di una pubblicità subito dopo? Questo è un chiaro segnale che ogni nostro movimento viene tracciato e poi sfruttato per avvantaggiarsi di noi. Negli ultimi anni infatti, con l’avvento dei social network, è venuta sempre meno la nostra privacy, quella parte della nostra vita che dovrebbe rimanere protetta da occhi indiscreti, mentre invece è sotto gli occhi delle aziende europee. Cinquant’anni fa non era la stessa cosa, sicuramente non vi erano le tecnologie necessarie a compiere questo step ulteriore, ma si godeva di più libertà. Certamente questa è una delle tante conseguenze dovute allo sviluppo scientifico e, andando avanti, verremo forse messi quasi a nudo di fronte alle multinazionali, saremo solo dei dati su cui lavorare e nei quali prendere le informazioni giuste per trarne dei vantaggi. Personalmente non sono molto ottimista sull’utilizzo e sullo sviluppo di internet nei prossimi anni, poiché già se ne possono vedere utilizzi sconsiderati ed egoisti. D’altra parte diventerà sicuramente il centro della vita, attraverso il quale rimarremo aggiornati, comunicheremo; insomma, diventeremo internet-dipendenti.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account