L’evasione fiscale è la violazione della legge per quanto riguarda il campo delle imposte, delle tasse o dei contributi. Si verifica quando il contribuente si rifiuta in maniera totale o parziale al pagamento di queste ultime.                                                                     Il metodo di pagamento più usato nel nostro paese è il contante infatti con la legge di Bilancio 2020, saranno introdotte nuove soglie di pagamento con quest’ultimo. Nel 2016 il limite di pagamento in contante è passato da 1.000 euro a 3.000 euro ed il 1° luglio 2020 passerà a 2.000 euro. Ridurre il tetto massimo di denaro spendibile in contanti non avrà grandi ripercussioni sull’abbattimento dell’evasione fiscale, né tantomeno riuscirà a ridurlo. Questa manovra mira a spingere i cittadini a pagare con appositi mezzi elettronici in modo da rendere rintracciabili i pagamenti effettuati e ridurre l’evasione fiscale. L’Italia, però, non è molto sviluppata per quanto riguarda i dispositivi elettronici utili per pagare grandi somme di denaro, mentre, atri Paesi, hanno adottato questo metodo di pagamento già da molti anni. Bisognerebbe riuscire a trovare un metodo per eliminare il contante e lasciare spazio alla tecnologia che ormai sembra l’unica soluzione per evitare di incorrere in altre evasioni fiscali.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account