Le banconote ormai stanno via via sparendo, l’Italia di certo le preferisce rispetto alle carte di credito. Per   ragioni di comodità e sicurezza però, inizia ad istituirsi questo tipo di pagamento non più con le banconote bensì con le carte di credito per ordine dello stato; controllando in questo modo l’evasione fiscale oppure i soldi e il lavoro in nero. Così si potrà monitorare l’uso eccessivo del denaro. Per le persone con un reddito basso, inoltre, possono anch’esse usufruire di una carta; utilizzabile però solo in negozi di uso primario. Anche il mondo del commercio sta cambiando dappertutto, attraverso l’uso delle carte di credito. Ci sono però persone che tuttora preferiscono l’uso delle banconote per via di una comodità che ritengono sia appropriata per loro. Attraverso queste carte di credito si potrà finalmente combattere l’evasione fiscale; un problema che da molti anni interessa l’Italia. Utilizzando questo tipo di pagamento avremo un’evoluzione commerciale  in tutto il mondo. In Italia però l’uso del contante è pari a circa l’88% sono poche le persone che utilizzano la carta di credito. In alcune parti dell’Europa a Nord, esso è stato abolito; però sono molti i paesi che sottraggono allo stato numerose risorse di tutta Europa; attraverso questo utilizzo differente dei soldi potranno così diminuire le numerose risorse in tutta l’Europa.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account