Tutte le generazioni hanno dei pro e dei contro. La generazione Z possiede però molte più critiche. Essa comprende i ragazzi nati tra il 1995 e il 2010, successori della generazione Y, ovvero i “Millenials”. I ragazzi dell’ultima generazione presentano un livello di attenzione molto basso e per l’apprendimento si servono solamente di internet e dei tutorials. Assumono molti farmaci e spendono i propri soldi soprattutto per super alcolici e sigarette. Pochi vogliono argomentarsi, preferiscono le frasi e i concetti brevi. Risultano però molto ambiziosi. Alcuni vogliono cambiare il mondo, renderlo un posto migliore, trovare un lavoro e sistemarsi. Non tutto è negativo. Vengono chiamati “ Nativi digitali “, perché allora non investire in questo? Molte sarebbero le opportunità e le nuove idee. Si potrebbero sfruttare le nuove tecnologie, favorire la comunicazione e prestare attenzione alla responsabilità sociale. Molti insultano questa generazione, ne vedono solamente i lati negativi e commentano con frasi come: “Ai miei tempi era tutto diverso”. Alcuni possono sentirsi sbagliati, inutili, ma la realtà è che ognuno, nonostante la generazione, può lasciare un segno positivo nel mondo. Con l’ambizione e la perseveranza si può oltrepassare ogni ostacolo. Bisogna guardare avanti, ma è vietato dimenticare il passato.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account