La casa cinese “Bytedance”, per un miliardo di dollari, ha acquisito e fuso la vecchia app “musical.ly” con un prodotto simile, rilanciandolo col nome di Tik Tok. Paradiso degli adolescenti con oltre 700 milioni di utenti in tutto il mondo, permette di creare delle miniclip della durata di massimo 60 secondi, nella quale vengono emulati balletti, challenge e canzoni con una vastità di effetti. Segue molto la scia di Instagram e Facebook, siccome si può interagire con le persone che seguono il tuo profilo. La missione di quest’app è riuscire a far esprimere con semplicità e allegria la creatività delle persone che compongono questa “community”. Ad essa possono farne parte tutti, senza nessun tipo di distinzioni. I promotori di tali innovazioni sono le generazioni più giovani, infatti è classificata come app da 12+ cosi chè i genitori possono bloccarla ai figli che non hanno raggiunto l’età consentita. Dal punto di vista della sicurezza, le cose sono migliorate rispetto al primo periodo. Nelle linee guida e nei termini di servizio della community, si può visionare ogni dato utile finalizzato ad un utilizzo adeguato dell’app. Secondo quanto si apprende dalla seguente spiegazione le informazioni, i dati e i video, vengono trattati nel massimo rispetto della privacy. Tuttavia, quanto sottoscritto, viene smentito dalle denuncie fatte a titolo di furto d’identità senza alcun tipo di consenso. Ciò ha portato a dubitare sull’effettiva sicurezza dell’app, rendendo così impossibile dare una definitiva risposta sul possibile pericolo o meno di questa.

2+
avataravatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account