Tik Tok: l’app più scaricata dell’ultimo periodo. Si tratta di un’applicazione diffusissima tra i giovani, che consente di pubblicare video o sketch comici o musicali, da soli o con i propri amici, che verranno condivisi con tutto il mondo. Nasce nel 2014  e oggi conta milioni e milioni di iscritti, per lo più minorenni. Quest’applicazione permette addirittura di diventare popolari, di acquisire followers su followers, che come sappiamo sono l’unico criterio di valutazione al giorno d’oggi. Il fatto che però sia scaricata da tantissimi bambini e giovani, fa preoccupare tutti. Si tratta davvero di un’app sicura?

Tik Tok richiede un’età minima di 13 anni per poter accedere. Ma chiaramente, questo vincolo può essere facilmente superato inserendo una data di nascita e documenti non veri. E, altrettanto facilmente, si può entrare a contatto con profili falsi, gente intenzionata a mettere le mani su documenti privati delle persone iscritte al sito. Tuttavia, è anche vero che Tik Tok ha a disposizione vari metodi per cercare di proteggere il proprio profilo, quali l’utilizzo di un account privato, visibile solo dai propri seguaci, così come anche la possibilità di essere contattati in chat solo dai propri amici. Inoltre, nelle stesse chat, non è consentito inviare foto o video.

Diciamo quindi che Tik Tok non è una vera e propria truffa. Ma stare all’erta non è mai un male. Occuparsi della propria identità e dei documenti personali, specialmente se si tratta di social networks è indispensabile. Perciò, non c’è niente di male nel pubblicare video musicali su questa applicazione, a patto che ci si renda veramente responsabili della nostra sicurezza.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account