Usa contro Cina? Siamo in piena guerra fredda fra questi due colossi che controllano la comunicazione. Sicuramente  con Huawei è iniziata la guerra delle comunicazioni. E chi vince si prende il mondo? Le potenze egemoni hanno sempre costruito o controllato le infrastrutture sulle quali si muovevano le comunicazioni.  La Cina sta diventando una minaccia seria per l’egemonia americana. Il presidente Trump, soprattutto ,attraverso twitter, per un periodo,  ha alternato la strategia del “bastone e della carota”. A un affondo fa seguire un’apertura, sempre discorrendo con un tweet . Il presidente cinese, invece, è di poche parole e preferisce rispondere con i fatti.Quel che è importante rilevare è che, fortunatamente, non vi sono armi, ma la partita  si gioca in due. L’inizio delle “ostilità” sarebbe la conseguenza del fallimento dei rapporti economici tra le due potenze. Pechino avrebbe promesso canali  privilegiati  alle merci Usa dirette nel  paese. Il Presidente Trump avrebbe respinto tale offerta lamentando pratiche commerciali “sleali”. Quello che si percepisce è che spesso la follia degli uomini potenti condiziona la nostra vita, tutto ormai concentrato sulla forza, sull’egemonia economica. Nel vedere, nel sentire, nel riflettere spesso ci si sente smarriti, la guerra fredda degli anni passati apparentemente, forse perché lontana e studiata dai libri di  storia, sembra meno cruenta. Tuttavia  non meno spaventosa. Si potrebbe giungere ad un accordo senza scatenare l’ira di qualcuno , potrebbero aprirsi e guardare al mondo senza con più senso di responsabilità?

 

2+
avataravatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account