Stranamente il fascismo è ancora presente all’interno delle scuole e tra i giovani in generale, ed è anche più diffuso di quanto si pensi. Ciò è dovuto al fatto che molte persone hanno una conoscenza limitata dell’argomento e sono per questa ragione facilmente manipolabili dai sempre più frequenti individui di estrema destra che spopolano sul web. Questi, attraverso la disinformazione, spingono i più influenzabili ad appoggiare una forma di neofascismo, senza che i suoi seguaci (soprattutto i giovani per l’appunto, dato che si tratta di soggetti virali) ne conoscano veramente ideali e propositi. Questo fenomeno è alimentato anche dalla tipica tendenza adolescenziale ad andare contro corrente e dall’appagante sentimento di appartenenza a una fazione, dal momento che simili movimenti soddisfano entrambi gli aspetti.

Tuttavia bisogna ricordare che si parla di una minoranza che, nella percezione generale, è abbastanza malvista, e con cui si cerca sempre di evitare il dibattito politico e le cui idee sono tenute in poco conto o ignorate. Benché si debba stare attenti, le notizie non sono quindi ad oggi troppo allarmanti.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account