Educhiamo ai valori sociali.

La storia ha sempre insegnato, ma allo stesso tempo si è ripetuta. È proprio quello che sta accadendo ultimamente per quanto riguarda il fascismo; sono sempre di più, infatti, le persone a sostenere in ogni modo un’ideologia anti-libertaria e nazionalista come quella fascista. Anche nelle scuole sono molti i ragazzi ad avere un rapporto di “divinazione” e ammirazione nei confronti di una dittatura che alla fine ha portato tragedia e sofferenza nell’Italia del ventesimo secolo e che purtroppo ancora oggi persiste in alcuni Stati del mondo.

La domanda che sorge spontanea è perché una cosa simile viene adorata da molti, soprattutto dai giovani? Probabilmente il motivo principale è che, desiderando il ritorno di una dittatura in Italia, ci si immagina in una posizione di privilegio, senza riuscire a percepire quello che veramente significa essere sotto il controllo più totale di un potere statale che elimina tutte le libertà costituzionali. Il vero motivo per cui una persona possa pensare che il fascismo sia una cosa giusta e positiva non sarà per tutti facilmente spiegabile, ma certamente l’unico deterrente a simili concezioni è l’aperto dibattito, il confronto di idee e l’educazione a quei principi che, nati già con il cristianesimo, si sono diffusi in Europa con l’illuminismo e che sono parte integrante della nostra costituzione: libertà, uguaglianza e solidarietà.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account