Recentemente è uscito un articolo in cui “Deliverance Milano”, un gruppo di “riders”, ossia ragazzi che consegnano cibo a domicilio in bicicletta, si lamentava del fatto che alcuni vip non lasciassero mai la mancia e ha rilasciato su Facebook un elenco di noti personaggi pubblici ponendoli in cattiva luce davanti ai loro fans. Così sono stati messi in gioco un sacco di fattori riguardanti la privacy e la sua violazione; prima di non rispettare la riservatezza e pubblicare informazioni personali o inerenti alla vita privata di un individuo è bene pensarci due volte. Ritengo che sia giusto che un fattorino debba mantenere il segreto professionale nei confronti dei clienti e che anche i vip abbiano una loro sfera privata. È perfino intervenuto Mark Zuckerberg, il grande fondatore di Facebook che in una dichiarazione alla Stampa ha affermato che il futuro è privato e che non è più il tempo delle condivisioni: mi trovo ad essere pienamente d’accordo poiché credo che la nostra sfera privata debba rimanere tale e che nessuno possa giudicarci per ciò che facciamo.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account