Era il 1963 quando, dalle menti di Stan Lee, noto come “il papà di Spiderman e dei Fantastici Quattro”, e Jack Kirby, nacquero gli Avengers: gruppo di supereroi impegnati nella lotta contro il male, sono entrati oggi giorno nella nostra cultura popolare lasciando un segno indelebile. Inizialmente personaggi di fumetti, sono stati poi incarnati da veri e propri attori i quali hanno portato nelle sale cinematografiche innumerevoli film fino ad arrivare a “Avengers: Endgame”, il ventiduesimo film e l’ultimo uscito della Marvel. Al di là del business che gira intorno a questi personaggi (19 miliardi di dollari incassati), tantoché “Avengers: Infinity War”, uno dei film della saga, è registrato tra i maggiori incassi mondiali superando un miliardo di dollari, essi hanno portato nella “realtà” la fantasia e l’immaginario comune facendo crescere generazioni con valori di giustizia ed eroicità che oggi giorno sembrano mancare. I Vendicatori, infatti, incarnano la figura dell’eroe a tutto tondo: forti, invincibili e costantemente impegnati nella lotta contro il male, mettono a nudo anche le problematiche che affliggono società moderna. Wonder Woman, ad esempio, la prima eroina femminile dalla bellezza disarmante, dal carattere gentile e deciso, offre una chiave di lettura verso la parità dei sessi: non ergendosi sopra l’uomo così da sconfiggerlo bensì affiancandolo, testimoniando la parità tra l’uomo e la donna che oggi giorno più che mai manca. Difficile è ora stimare quale sarà il futuro di questi supereroi, impossibile è dare una risposta alla domanda se resteranno ancora nei nostri cuori o cadranno dimenticati da tutti ma, tuttavia, una cosa è certa: pur essendo frutto di fantasia, gli Avengers hanno colmato quel senso di sfiducia verso una società violenta, ingiusta e intollerante facendo nascere in ognuno di noi il desiderio di giustizia e la speranza che il bene può e potrà sempre trionfare sul male.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account