Al giorno d’oggi tingersi i capelli, tatuarsi e farsi piercing è ormai divenuto un must tra gli adolescenti e poiché il fenomeno sta spopolando sempre più negli ultimi anni, ci si interroga su cosa si nasconda dietro la tendenza a cambiare il proprio corpo. Le cause sono assai numerose e variano da soggetto a soggetto. Se infatti fino a pochi anni fa apportare modifiche al proprio aspetto poteva rappresentare un atto di stravaganza per distinguersi, oggi, in particolare tatuarsi, sta diventando una moda. Il tatuaggio e il piercing non sono infatti più un simbolo di trasgressione e se qualcuno ricorre ancora alle modifiche per affermare la propria personalità e manifestare la padronanza del proprio corpo, qualcuno ormai segue la tendenza per omologarsi. L’aspetto trasgressivo non si ritrova allora piú nel sentirsi diverso ma nell’omologazione. I cambiamenti corporei dell’etá adolescenziale portano spesso difficoltá all’accettazione e dalla scarsa autostima, dal proprio disagio deriva la tendenza a cercare di essere simili ai propri coetanei. Tuttavia piuttosto che nel gesto in sè il problema risiede secondo la mia opinione nei pregiudizi. Se infatti tingersi, tatuarsi o farsi piercing, che sia per rendersi accettati o diversi, può costituire un modo per sentirsi meglio, non dovrebbe lasciare spazio alle critiche.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account