Amiamo il cambiamento, stare al centro dell’attenzione e soprattutto ribellarci. Tingersi i capelli, farsi un piercing o un tatuaggio può essere un modo efficace per chiudere un capitolo della nostra vita e andare avanti. Spesso noi giovani vogliamo essere speciali, distinguerci, oppure seguire una moda, ed è per questo che cambiamo il nostro corpo in continuazione. Altre volte decidiamo di farci un tatuaggio appena raggiunta la maggiore età solo per dimostrare qualcosa, per sentirci grandi, andare contro le opinioni dei nostri genitori; non penso che questo sia molto sensato, ma ogni ragazzo ci ha pensato almeno una volta. Eppure non sempre è così banale: a volte dietro ad un tatuaggio si nascondono storie e significati davvero significativi. Essi servono per non lasciare andare qualcosa di importante che non c’è più, un ricordo a cui si è particolarmente legati. È anche un modo semplice per esprimere pienamente se stessi, senza dover ricorre alle parole, ma usando l’arte. Con questo non dico che sia sempre giusto o fondamentale ricoprirsi di tatuaggi, piercing e tingersi i capelli, ma penso che sia importante fare ciò che ci fa sentire meglio con noi stessi. E se una tinta, un piercing e un tatuaggio sono in grado di farlo, sarebbe stupido perdere l’occasione, anche se magari vogliamo solo manifestare un disagio interiore.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account