Il lavoro è un mondo in continua evoluzione. In particolar modo negli ultimi anni, con la nascita di Internet e di nuove tecnologie dalle molteplici utilità, una piena conoscenza e un’approfondita dimestichezza nell’utilizzo di queste ultime rappresentano gli strumenti per adattarsi ad un futuro incerto.

Oggi, infatti, non risulta possibile stabilire con esattezza in che modo l’avanzamento tecnologico influirà in futuro sul mondo del lavoro. Tuttavia, si può individuare nella creazione e nell’impiego di macchine e robot, insieme allo sviluppo dei servizi adibiti alla promozione di prodotti e contenuti di vario genere, la chiave di volta per quella che può essere definita come la “rivoluzione digitale” del lavoro.

Prendiamo come esempio quello della piattaforma web di YouTube, dove i vari utenti, mediante una “partnership” fornita direttamente dalla piattaforma o da network di terze parti, possono inserire pubblicità nei video pubblicati, venendo retribuiti in base al numero di visualizzazioni. In questo modo, con appropriate capacità di “editing” e montaggio video, un “content creator” (così viene definito un utente che porta il proprio contenuto sulla piattaforma) è in grado di guadagnare, limitandosi a registrare e poi pubblicare ogni genere di video desideri condividere con la community, sempre nel rispetto delle norme del sistema.

Per questa serie di motivi, YouTube rappresenta una possibile fonte di reddito per chiunque voglia cimentarsi con serietà in questa “nuova” attività, che forse in futuro verrà etichettata come un lavoro a tutti gli effetti.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account