Alcune scelte che i politici devono intraprendere sono compiute in relazione a ciò che i cittadini ammettono di desiderare. Uno dei pochi modi per rendere visibile il volere del popolo è sicuramente la pubblicazione degli indici economici, che hanno come fine ultimo quello di mettere in risalto l’andamento del nostro Stato. Può essere considerato tuttavia sbagliato basarsi quasi unicamente su determinati valori, perché non rispecchiano appieno il volere di tutti i cittadini e necessitano di essere interpretati nella maniera adeguata, senza fraintendimenti e con accurata attenzione. Ormai, come ben si sa, sono stati creati moltissimi indicatori, da quello sulla felicità a quello riguardante i social network. Ritengo superflui la maggior parte di essi, poiché entrano troppo nel privato e finiscono per “schedare” ogni individuo. Al contrario, però, introdurrei un indice della fiducia nelle istituzioni. È di fondamentale importanza, infatti, il feedback lanciato dal popolo. Questo, a mio parere, dovrebbe essere un sistema vero e proprio, tale da riconoscere la piena funzionalità di uno Stato, cosa che mi pare essere lontana anni luce.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account