Le informazioni contenute nei cellulari oggigiorno valgono quasi più dell’oro. Infatti nell’ultimo decennio si è assistito a una crescita sempre maggiore dell’importanza attribuita agli smartphone dalla maggior parte della popolazione che vive costantemente attaccata al proprio telefono, utilizzandolo per fare qualsiasi attività: dal prendere appunti per i propri appuntamenti allo scaricarsi app per seguire una dieta, dal registrarsi al più possibile numero di social network al salvarsi pin e password sulle note del cellulare. Senza rendercene conto, affidiamo tutta la nostra vita allo smartphone e noi stessi siamo i primi a dare ad esso tutta la nostra attenzione e priorità. Questo meccanismo fa sì che i cellulari siano facili bersagli di truffe o i principali oggetti di contesa tra le maggiori nazioni per la supremazia del potere. L’acquisizione di tutte queste informazioni, infatti, è una grandissima ricchezza poiché permette la manipolazione sia economica sia mentale: basti pensare ai codici postali, ai pin delle carte di credito, ma anche alla pubblicità che ci appare, basata sui nostri interessi e sui nostri bisogni. Ora con l’introduzione del 5G queste informazioni potranno navigare ancora più velocemente ed arrivare in pochi secondi anche all’altro capo del mondo, avvantaggiando così la strada verso il monopolio. Fortunatamente però esistono anche metodi di prevenzione riguardo la diffusione delle nostre informazioni, fondamentali sia per la nostra privacy sia per garantire la concorrenza e scongiurare il monopolio. Il nostro compito quindi è vedere l’importanza del cellulare nel suo complesso, sia per la nostra vita di tutti i giorni sia a livello politico e globale, ed informarci in maniera approfondita per far sì che le nostre informazione private siano al riparo il più possibile, poiché la manipolazione può essere scongiurata solo con la conoscenza.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account