La società è bella proprio perché varia: i più anziani possono condividere la loro esperienza con i più giovani e viceversa. Ma alcune caratteristiche di ogni generazione sono difficili da modificare. Infatti così come alcuni giovani hanno sviluppato una dipendenza dal cellulare, le generazioni precedenti sono influenzate dalla paura delle novità e lasciano che essa prenda il sopravvento sul loro giudizio riguardante il mondo digitale. Molto spesso infatti i più anziani non usano questi mezzi proprio perché è un mondo estraneo a loro, in cui non riescono per nulla ad orientarsi: perciò hanno semplicemente bisogno di un guida iniziale che li accompagni nell’affacciarsi nel mondo dell’Internet. Poi invece c’è il caso in cui alcuni adulti hanno dubbi, paure e a volte terrore di accedere alla rete, condizionati dal pensiero della novità, dell’ignoto, e la situazione spesso è accentuata dalle moltissime storie che si sentono riguardanti atti criminali avvenuti in un contesto digitale. Spesso questi racconti sono veri come è vero che perfino i giovani, che sono nati con la tecnologia, possono correre il rischio di perdersi o di sbagliare. Ma secondo me, così come i nostri nonni e i nostri genitori hanno il compito di guidarci nella nostra vita, di condividere la loro esperienza e donarci consigli, così i giovani dovrebbero indirizzare i più anziani verso la conoscenza di nuove esperienze come quella digitale, illustrandone sia gli aspetti negativi ma anche quelli positivi, dimostrando come Internet e i nuovi mezzi possano agevolare le loro azioni e ampliare ancora di più la loro conoscenza. Certo è che i giovani spesso non comprendono ancora totalmente il mondo digitale, ma condividerlo anche con coloro che hanno avuto una diversa esperienza di vita o che, essendosi affacciati da poco in questo contesto, vedono da più lontano e magari con più chiarezza questo mondo nel suo complesso, può essere utile per acquisire competenze in più e per scambiarsi idee in modo da navigare in Internet con ancora più lucidità.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account