• Nella nostra analisi di gruppo abbiamo riscontrato che l’analfabetizzazione digitale, non riguarda solo la popolazione degli adulti , ma include anche quella dei  giovani sotto  vari aspetti.
  • In questo caso ,queste due fasce cosi diverse non solo per l’eta  ma anche per la formazione scolastica personale, sono invece molto similari nell’usare una minima parte delle potenzialità degli strumenti tecnologici intesi come, internet , smartphone, personal computer  e tutte le altre possibilità degli strumenti tecnologici.
  • Come soluzione abbiamo pensato  che la cosa migliore sia quella di incentivare la conoscenza della digitalizzazione attraverso una campagna di corsi di formazione nelle varie realtà territoriali come :
  • aziende pubbliche/private
  • scuole pubbliche e private
  • associazioni di volontariato
  • centri per anziani , pro loco, caf….

Questa campagna di incentivi potrebbe anche dar vita a nuovi posti di lavoro di personale specializzato per i corsi di formazione andando da una parte a incentivare la possibilità di lavoro e dall’altra diminuire la percentuale di analfabetizzazione digitale.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account