Grazie ad Internet chiunque possieda uno smartphone o qualsiasi altro dispositivo capace di connettersi alla rete, ha accesso ad un’immensa mole di servizi, creati per garantire la miglior esperienza possibile a chi naviga sul web. Tra i vari servizi a disposizione, oltre a quelli utilizzabili per diverse attività, lavorative o di intrattenimento, vi sono anche quelli adibiti alla comunicazione che, sebbene forniscano una serie di dati ed informazioni in tempo reale, al contempo possono risultare difficili da comprendere e da gestire per chi non è particolarmente ferrato in campo digitale, schiacciato dall’immenso carico di pubblicità e notizie ed incapace di distinguere correttamente quelle vere dalle cosiddette “fake news”, che contribuiscono all’aumento della disinformazione. Questa serie di fattori, combinati con il comune disinteresse per la tecnologia, fanno sì che in Italia, e non solo, si sia sviluppato un fenomeno che può essere definito come analfabetismo digitale, inteso non come l’incapacità di utilizzare dispositivi informatici quali smartphone o PC, ma come la mancanza di competenze digitali, l’incapacità di utilizzare correttamente e con dimestichezza le tecnologie di comunicazione e di informazione.

Le difficoltà dimostrate nella gestione di tali servizi sono causate soprattutto dalla mancanza di esperienza tra tra chi è nato prima della nascita di Internet. Le nuove generazioni invece, di gran lunga più abili, hanno iniziato ad utilizzare queste tecnologie già dall’infanzia, età in cui le capacità di apprendimento sono migliori; è infatti più facile imparare ad andare in bici da bambini, mentre diventa più difficile ed impegnativo man mano che si va avanti con l’età. Perciò un corretto utilizzo, accompagnato dall’aiuto di chi è più esperto, potrebbe risolvere definitivamente il problema.

L’importanza di Internet risiede nel saper sfruttare al meglio i suoi servizi, e perché tutti lo comprendano, bisogna che siano pronti al cambiamento per cercare di stare al passo con la tecnologia, in continua evoluzione.

1+
avatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account