Il mondo del lavoro, come qualsiasi altro settore, si evolve. I suoi cambiamenti, col passare degli anni, andranno pari passo con l’evoluzione della tecnologia e della società. Essendo l’avanzamento tecnologico così rapido e imprevedibile, è impensabile poter effettuare delle previsioni concrete e sicure sui mestieri del futuro. Attualmente, ci è possibile solamente esaminare alcuni cambiamenti che sono già avvenuti nel mondo del lavoro e, portando avanti questa analisi, è possibile facilmente notare, com’era prevedibile, che l’introduzione della tecnologia caratterizza la maggior parte degli impieghi. Ma perché essa è così indispensabile?  La ragione principale è data dalla potenza calcolatrice dei computer: essendo in grado di registrare e immagazzinare enormi quantità di dati, essi sono ormai diventati uno strumento indispensabile sia per ridurre la percentuale di errori, sia per facilitare i compiti ai lavoratori, che possono così focalizzarsi maggiormente su altri aspetti della propria attività. A tal proposito, è evidente che nel futuro questa necessità di registrare e, di conseguenza, di saper ricercare i cosiddetti “big data” si diffonderà a macchia d’olio in quasi tutti i settori lavorativi. Sono proprio i dati la chiave del mondo lavorativo dei prossimi anni; sta a noi imparare a sfruttarli.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account