” Con l’avanzare della tecnologia molti giovani hanno sostituito un incontro con gli amici a WhatsApp”.

Oramai il cellulare è diventato il mezzo di comunicazione per eccellenza, ma siamo sicuri che ciò sia una cosa giusta? In alcuni casi si potrebbe rispondere con un sì, intendiamoci, solo nei casi in cui non si utilizzi per giocare e mandare messaggi ma per chiamare gli amici per uscire o, con l’avanzare dell’estate, andare al mare, per chi ha la possibilità.

Anche dopo le molte denunce fatte da parte delle istituzioni, la mentalità tra i giovani non è cambiata ed è rimasta sempre quella: ” meglio rimanere a casa a messaggiare invece che uscire”.
Solo in quest’ ultimo mese si sta eseguendo un blocco di tutti i social ai minori di 16 anni, però facile da bypassare.

Molti ragazzi non si rendono conto del pericolo che si stanno vivendo, inviando le loro cose personali nelle chat.

Ora come ora però nessuno sa come si può distruggere questo pericolo, che tra alcuni anni potrebbe diventare una vera e propria minaccia.

Si potrebbe fare come in Cina dove i social network sono stati bloccati, ma non so se ciò corrisponda al concetto di democrazia…..

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2018 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account