È ormai risaputo che la tecnologia ha investito ogni ambito esistenza.
Ha certamente avvantaggiato le operazioni però se questo deve essere sintomo di pericolo bisogna fermarsi e imporre alcuni limiti.
Guidare non è certamente la cosa più facile del mondo, il pericolo è sempre dietro l’angolo e per quanto si possa essere un bravo pilota è impossibile prevedere tutti gli ostacoli.
È possibile allora che un robot abbia la lucidità e i riflessi giusti per scampare ad un pericolo improvviso?
Non è reale, l’occhio umano avrà sempre una marcia in più, la scaltrezza di un uomo non può essere sostituita internamente da una macchina.
Non è sorprendente infatti che ci sia già stato un incidente causato da una macchina autonoma, perché lasciare completa fiducia ad un sistema tecnologico significa essere sempre in balìa degli eventi e bisogna affidarsi sempre alla fortuna.
Quindi bisogna evolursi, andare avanti, inventare sempre qualocsa che possa migliorare lo stile di vita, ma senza andare oltre.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2018 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account