La questione della privacy degli iphone
è nata qualche anno fa, quando si era
ritenuto necessario sbloccare alcuni
dispositivi appartenenti ad individui
sospetti o incriminati per attentati e
cospirazioni.
Fin da subito, l’azienda produttrice
Apple si era opposta fermamente,
rivendicando i diritti di privacy
di ognuno di noi.
Ultimamente però la discussione
si è fatta ancora più viva, dopo che,
in seguito ad un massacro verificatosi
negli Stati Uniti, le agenzie governative
avevano rinvenuto l’iphone 5C
dell’attentatore.
Ancora una volta l’FBI aveva chiesto
l’approvazione e la collaborazione di
Apple per lo sblocco dell’iphone,
questa volta però domandando
all’azienda della Silicon Valley
l’autorizzazione per aprire una
nuova “porta” digitale che avrebbe
permesso alle agenzie governative
di visualizzare tranquillamente tutti
i dati sensibili di ogni dispositivo preso
sotto esame.

Ovviamente Apple aveva negato,
portando entrambi in tribunale.
Purtroppo però, giunto il giorno
della prima udienza, l’FBI
non si era presentata, giustificando
l’assenza e spiegandone il motivo.
Sembrerebbe infatti che le agenzie
governative americane abbiano trovato
il modo di attuare i loro piani anche
scavalcando la Apple, che stupita ha
controbattuto comunicando che gli iphone
ora non sono più sicuri come lo erano prima.
Penso che la privacy di ognuno di noi
sia più importante della sicurezza,
anche perché di sicuro non si riuscirà
ad impedire tutti gli attacchi terroristici
semplicemente spiando i dati sensibili
di ogni persona.
Ritengo infatti che la smania di controllo
e di potere sia ben più pericolosa della rabbia
di qualche gruppo di uomini pazzi, le cui azioni
sono mosse dall’ignoranza e non dal desiderio
razionale di controllare ogni singola azione
dell’umanità.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account