Il doping è un argomento molto diffuso nel mondo dello sport ed esiste da tantissimo tempo. Alcuni studi dicono che già ai tempi delle prime olimpiadi in Grecia gli atleti prendessero dei funghi e delle erbe per migliorare le proprie prestazioni fisiche. Attualmente questo fenomeno è molto diffuso e ne sentiamo parlare particolarmente riguardo al calcio, per questo motivo già dall’età di 15-16 anni i ragazzi sono sottoposti a test antidoping. Inoltre ci sono stati anche molti casi di morte da doping, per esempio, nel 1967 Simpson, un noto ciclista, morì durante la tredicesima tappa del “Tour De France” e in base all’autopsia, tra le cause della suo morte, c’era proprio l’assunzione di sostanze dopanti. Io ritengo che una vittoria si possa considerare tale, quando è conseguita con l’uso delle proprie forze. Riuscire a superare i limiti e raggiungere gli obiettivi, dopo un costante allenamento e duro allenamento, da’ molta soddisfazione. In una società in cui si è abituati a cercare le soluzioni più facili è più probabile che i giovani siano attratti da questo mondo. Basterebbe, però, una sana alimentazione e il giusto impegno per non dover ricorrere al doping. Per fortuna si sta attuando sempre più una campagna di sensibilizzazione sui giovani nelle scuole, a partire dalle elementari, nella quale vengono coinvolti anche atleti famosi, come la pluricampionessa olimpica di scherma Valentina Vezzali. In questo modo si cerca di far comprendere che il successo, in ambito sportivo, può essere raggiunto anche in modo pulito, infatti è questo che contraddistingue un vero campione da una persona che è solo alla ricerca di fama e affermazione personale. Inoltre è da tenere presente che l’uso di sostanze dopanti, a lungo andare, può creare anche danni irreparabili.

0
1 Comment
  1. pasqua98 6 anni ago

    Concordo con te sul fatto che il doping non sia un fenomeno solamente attuale ma che esista fin dalla nascita dello sport. Inoltre il doping non colpisce solo i campioni agonistici ma anche i dilettanti in quanto

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account