Il doping è una pratica illegale che consiste nel far ingerire agli atleti dei vari sport, che richiedono buona prestazione fisica, dei medicinali che servono a far aumentare e crescer esponenzialmente tale performance per un certo lasso di tempo. Questa pratica affligge i più deboli fisicamente, che vogliono, almeno per una volta, sentirsi qualcosa o addirittura superiori agli altri. Penso che tutti conoscano la storia di Marco Pantani, ciclista italiano morto nel 2004, dopo una presunta overdose di medicinali che servivano a doparsi prima delle gare, per poter arrivare per primo al traguardo. Altro esempio è quello di Alex Schwazer che, dopandosi, ha fatto squalificare la sua ex fidanzata Carolina Kostner per ben 16 mesi. Inoltre, sono stati scoperti dei casi di doping anche alle olimpiadi che si sono tenute nel Regno Unito nel 2012, il che ha fatto suscitare tanto scalpore tra i tifosi che sostenevano la patria a cui appartenevano tali atleti dopati. Il doping, inoltre, è un’azione che fa male alla salute, infatti sono numerosi i casi di reni asportati a causa di tale pratica. Qualsiasi sport dev’essere attuato in modo onesto e giusto. Esso, se praticato bene, può essere la cosa più pulita e vera che esista. Lo sport reca vantaggi alla salute, alla mente ed è una vera passione: non bisogna infangare il suo nome attraverso gesti disonesti, come il doping.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account