Il Doping,oggigiorno,è una pratica a cui si ricorre spesso nonostante sia vietato in ogni gara sportiva.
Senza considerare che ci siano controlli accurati attraverso esami del sangue e delle urine,alcuni atleti riescono a ingannare anche la scienza assumendo queste sostanze prima di una competizione.
Il motivo per cui ci si droga è che si è persa la vera passione per lo sport e quindi si mette al primo posto,non il fair play,ma gli interessi economici delle varie società e degli sponsor.
Gli atleti in alcuni casi vengono anche costretti perchè non hanno le capacità fisiche o mentali di affrontare una determinata gara.
Il doping va contro tutti i sacrifici e gli anni passati ad allenarsi dei VERI atleti.che arrivato il momento tanto atteso si vedono sorpassati da persone meno meritevoli di loro.
Personalmente non ritengo la vittoria di un atleta che ha assunto sostanze per migliorare la sua prestazione tanto soddisfacente quanto quella di un atleta che ha usufruito solo delle sue forze per raggiungere il suo obbiettivo.
L’assunzione di queste sostanze,nonostante metta a rischio la salute dell’atleta,provocando possibili tumori al fegato e danni al sistema cardiocircolatorio ,preferiscono arrivare primi ad una competizione consapevoli del rischio che corrono.
Vorrei che in futuro si ritrovasse il vero amore per lo sport,quello senza imbrogli,la cui unica forza è lo spirito di competizione .
Spero che tutti gli atleti come me,iscritti a questo progetto,la pensino in questo modo.
Perchè ritengo sia la maniera più adeguata per partecipare a delle competizioni.
Grazie per aver dedicato questi pochi minuti a leggere il mio articolo,e se vi è piaciuto andate a leggere le nostre opinioni sugli altri temi.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account